Slow Meat – meno carne, di migliore qualità

E’ in programma una nuova assurda campagna UE che vuole promuovere e rilanciare il consumo di carne rossa con un unvestimento pubblicitario pari a 3,6 milioni di euro
Beh ci permettiamo di fare diversi passi indietro rispetto a questo modo di comunicare un argomento così delicato anche e soprattutto per l’uso del sillogismo “Beefatarian” quasi a scimmiottare la crasi tra la parola vegetariano e vegano e dunque denigrando la scelta consapevole e nobile che moltissime persone stanno adottanto per la loro vita più sostenibile.
Noi di CooCò non siamo promotori di politiche negazioniste o allarmiste ma abbiamo a cuore la diffusione di un’idea che vede il consumo di carne come un’azione critica del nostro sistema consumistico moderno.
Gli allevamenti intensivi sono il motore di un modo di agire aggressivo verso l’ambiente e violento verso gli animali e ci discostiamo nettamente dal consumo di prodotti provenienti da questo percorso.
Promuoviamo altresì il consumo eccezionale e programmato di carni di alta qualità, provenienti da realtà locali, estensive, attente al rispetto degli animali in vita e nella trasformazione. Queste realtà sono poi anche un patrimonio economico e sociale per aree rurali e garantiscono un presidio del territorio fondamentale per gestire le criticità sempre più evidenti a causa dei cambiamenti climatici.
Con noi in questa battaglia cammina Valle del Sasso, un’azienda zootecnica del nostro territorio che con la sua dedizione ci permette di arrivare ad un prodotto sano, sotto tutti i punti di vista. Grazie a loro riusciamo a fornire ai nostri soci carne di alta qualità una volta ogni due settimane. Se volete informazioni su come ordinare inviateci un messaggio o una mail.
Vi lasciamo con questo video che racconta con poche immagini e meglio di mille parole quello che vogliamo raccontarvi.