CooCò e la decrescita felice.

CooCò è una comunità dinamica che nasce in un momento di grande sconvolgimento collettivo e che, paradossalmente, punta tutto sulla socialità!

Ci siamo interrogati  a lungo su dove posizionarci esattamente. Abbiamo preso coscienza dell’importanza che il web e la comunicazione digitale possono avere per un progetto neonato, soprattutto in questo periodo, ma siamo sempre più convinti di voler stare proprio qui, in mezzo a tanti di voi che ci hanno già confermato affetto e sostegno.

E dunque perdonateci se non siamo uno shop online perfettamente funzionante, se non abbiamo ancora carrelli e pagamenti online ma quello che ci aspettavamo da questo lancio era molto più socievole dei banner qui e lì tra una chat e un post di Facebook o di Instagram.

Abbiamo pronto un palinsesto di eventi per conoscerci, di attività, di laboratori e di incontri che hanno come unico grande comun denominatore la voglia di appartenere ad un gruppo di persone attente spinte dalla cansapevolezza che “mangiare” sia un atto politico e che tutto quello che portiamo sulla nostra tavola ha un peso sociale, ambientale e un’influenza sulla nostra salute: sta a noi definirne i confini!

Abbiamo una stanza che vi aspetta e l’ambizione di ridare vita ad un giardino e ad altri spazi del quartiere. In questa idea di comunità è evidente che la spesa diventi solo un output finale, un traguardo di arrivo quasi fisiologico.

Abbiamo più a cuore di riuscire a diffondere un modello che non di vendere prodotti e per continuare a camminare in questa direzione abbiamo bisogno di tanti di voi.

Siamo in attesa di suggerimenti, di idee e di consigli. Ci piacerebbe completare gli allestimenti con le vostre suggestioni, ascoltando le vostre richieste e necessità (che alcuni di voi ci stanno già comunicando).

Vi chiediamo aiuto in questo senso con la promessa che piano piano ci struttureremo sempre più per venire incontro alle esigenze di questo periodo ma con la consapevolezza che il nostro obiettivo primario rimarrà quello di incontrarvi e di farvi incontrare tra di voi per favorire il dialogo e lo scambio culturale, per sostenerci l’una con l’altro e far sentire a tutti il valore di sentirsi parte di una comunità in fermento.